CONTATTACI

Sede: Monaco di Baviera (München), Germania (Deutschland)

Email: p15teatro@gmail.com

     TeatroProgettoQuindici

  • Grey Facebook Icon

© 2018 by ProgettoQuindici e.V. Proudly powered by Wix.com

ProgettoQuindici.

Chi siamo.

Un po' di storia.

ProgettoQuindici nasce nel 2014 per iniziativa di alcuni italiani accomunati dalla passione per il teatro, e conosciutisi alla scuola pirandelliana del Gruppo Teatrale I-Talía di Monaco. 

Si può dire che la storia di ProgettoQuindici ha inizio quando alcuni di noi, in maniera indipendente, vedono al cinema il film francese "Le Prénom", trasposizione cinematografica dell'omonima commedia di Matthieu Delaporte e Alexandre de la Patellière, e ne rimangono affascinati, tanto da azzardarsi "persino" a considerare l'eventualità di portare in scena questa commedia. Cosa che si realizza il 18 ottobre 2015 (data da cui deriva anche il nome del Gruppo “ProgettoQuindici”). 

Questa dell’azzardo di portare in scena opere sorprendenti e che ci fanno crescere e maturare nell’arte teatrale é una caratteristica costante del Gruppo: così nasce anche l’idea di “Chi ha paura di Virginia Woolf?” uno dei drammi più intensi e complessi mai scritti per il teatro. Il grande successo della Prima al Gasteig di Monaco il 25 marzo 2017, così come delle successive repliche, è una conferma della bontà del Progetto. 

Negli anni successivi portiamo in scena pezzi dal taglio ogni volta differente: opere comiche e musicali (Karl Valentin "Il rilegatore Wanninger e altre storie"), ma anche opere italiane di De Luca, De Filippi, Amoroso, Clementi e Pirandello.

 

Di ProgettoQuindici, diventato dal 2017 associazione e.V., al momento fanno parte tredici soci: Marta Veltri, Sandra, Valentina Fazio, Augusto Giussani, Enrico Apicella, Francesco Dighera, Mathias Falco, Walter Tagliabue, Camilla Bressan, Ulrico Peckelsen, Simonetta Soliani e Luisa Sartorelli . Nella vita di tutti giorni abbiamo occupazioni tra loro molto diverse: c’é chi si é appena dottorato, chi lavora in una multinazionale, chi in un ente europeo o in un'agenzia del Ministero Federale dell'Ambiente, ma c’é anche chi, raggiunta l'età della pensione, si gode il meritato riposo.